Dopo la Pasqua, eccoci tornati in studio più motivati che mai, soprattutto grazie alle email  e alle telefonate che abbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere da persone che mostrano un certo interesse verso il nostro lavoro.

La maggior parte di coloro che ci hanno contattati è venuta a conoscenza dei nostri prodotti e dei nostri rimedi per la calvizie femminile e maschile grazie a questo blog e di questo siamo molto contenti: lo scopo di questo spazio virtuale è proprio quello di mettere a disposizione notizie e informazioni utili per chi soffre di alopecia e cerca una soluzione estetica al proprio problema.

Anche gli uomini con alopecia tengono al loro aspetto

Le richieste di informazioni iniziano ad arrivare anche dai nostri amici uomini ed è a loro che dedichiamo questo articolo, in cui mostreremo un lavoro di integrazione di capelli effettuato su un nostro cliente che soffre di alopecia areata.

Come abbiamo più volte ricordato, l’alopecia areata colpisce indistintamente uomini e donne. Per questo motivo, sappiamo bene che non sono solo le donne a chiedere una soluzione personalizzata al proprio problema: anche gli uomini hanno difficoltà ad accettare la malattia che, come sappiamo, crea inestetismi a cui è possibile rimediare grazie a protesi tricologiche tecnologicamente all’avanguardia, create su misura e personalizzabili secondo i gusti e l’aspetto di ognuno.

Ormai lo sapete: noi di Artìs, prima che esperti di integrazione cosmetica di capelli e ricostruzione delle sopracciglia, siamo curatori di immagine e quando una persona che soffre di alopecia areata – uomo o donna che sia – ci chiede di risolvere il suo inestetismo, interveniamo prima di tutto consigliando il taglio e il colore di capelli che la protesi deve presentare, discutendone con il nostro cliente. Solo dopo questo passo, ci occupiamo di integrare la protesi.

Uomo con alopecia areata prima e dopo Artìs

Le foto che stiamo per mostrarvi sono state scattate qualche giorno fa a un nostro cliente a cui abbiamo effettuato l’integrazione di capelli con Replica, la nostra protesi tricologica.

Prima dell’integrazione

Dopo l’integrazione

Notate come la protesi sostituisce alla perfezione i capelli, coprendo anche l’area della testa interessata dall’alopecia areata e mantenendo una coerenza nelle forme e nei volumi. Inoltre, essa riproduce fedelmente i capelli veri e si integra con essi: a lavoro finito, nessuno è in grado di dire che una parte di quei capelli è in realtà una protesi.

Ripetete con noi: “Esiste un rimedio all’alopecia!”

Non vogliamo essere ripetitivi né vogliamo esaltare ogni nostro lavoro: se insistiamo sull’efficacia della nostra protesi è solo per sottolineare che un rimedio all’alopecia areata c’è e tutti quelli che ne soffrono non devono abbattersi, ma essere fiduciosi e pensare che possono tornare a sorridere ed esaltare la propria bellezza in pochissimo tempo. Ve lo abbiamo mostrato anche oggi e continueremo a farlo, incoraggiati anche dalle persone che continuano a contattarci ogni giorno.